Oggetto dello scontro, un autentico agone combattuto con la penna, e la persona di Veronica Franco (1546-1591), cortigiana assurta alla gloria nella Venezia del tempo nonche scrittrice: di lei Maffio Venier (1550-1586-) denigra l'attivita, l'aspetto, l'ingiustificata vanagloria intellettuale.